14.7 C
Bologna
venerdì, Maggio 7, 2021

Il nichilismo di Kefka

Questa infatti è la realtà come la vede Kefka: dopo aver negato il senso effimero dei “qualcosa” dei protagonisti – impresa facile ché, già di per sé, non ne avevano alcuno, in quanto destinati a perire –, deve però negare il vero “ostacolo” soggiacente al nichilismo di entrambi. Ciò che davvero conferisce senso ed eternità, assieme alla realtà, anche a tutti quei piccoli “qualcosa” che stanno a cuore ai protagonisti, quel “Qualcosa” grazie al quale essi non sono più davvero destinati a perire. Deve negare perciò quel senso ultimo vero e pieno che non è riuscito a trovare: ovvero, Dio.

“Simbolo. Le costanti del sacro”, uno studio di Julien Ries

Il simbolo è visto da Ries come una sorta di identificativo dell’uomo. La capacità simbolica è un elemento fondamentale dal punto di vista culturale e religioso. L’uomo che guarda il cielo, di fronte a tanta immensa meraviglia, non può fare a meno di cogliere il suo essere e l’esserci in qualcosa che lo trascende.
Vitae fratrum, pagina facebook dei frati studenti san Domenico
Visita il sito della nostra Provincia, domenicani.it
Interessato a diventare domenicano? Clicca qui per contatti e info
Sostienici con una donazione al sito domenicani.it

I nostri video

I nostri video

· vedi archivio video ·

Parole & Quotidianità

Panorama da Chiesa Greca

Vita in crociera

Letteratura & Cinema

Kefka Artwork

Il nichilismo di Kefka

La biblioteca dei frati

Cronaca & Interviste

Orologio nella Sabbia

Il sicuramente Covid 19

Video

Attualità

Spiritualità & Liturgia

Holy Mary Monument

5. Punti di vista

Identità Domenicana

Elia & Mosè

Matthias Stomer - Supper at Emmaus

Siate testimoni!

Archivio articoli

Iscriviti alla nostra Newsletter